PUNTO 1-Fiat, Chrylser presenta filing per Ipo

martedì 24 settembre 2013 11:58
 

(Aggiunge dettagli)

DETROIT/TORINO, 24 settembre (Reuters) - Chrysler ha presentato domanda di ammissione alla quotazione a Wall Street attraverso un'offerta che potrebbe valere fino a 100 milioni di dollari. L'operazione frena potenzialmente i piani di Fiat di assumere il pieno controllo del produttore di auto Usa ma è funzionale a valorizzare la partecipazione dell'azionista di minoranza VEBA.

Nella documentazione non è specificato quante azioni saranno offerte; i proventi dell'Ipo, che sarà curata da J.P. Morgan, andranno a VEBA, trust sanitario dei dipendenti del sindacato United Auto Workers.

Sergio Marchionne, AD sia di Chrysler che di Fiat, ha detto a metà mese che la quotazione potrebbe avere luogo nel primo trimestre dell'anno prossimo.

All'Ipo si è giunti dopo che Marchionne e VEBA non sono riusciti ad accordarsi sulla valorizzazione della partecipazione del trust.

Nel filing Chrysler, uscita dal pesante dissesto finanziario del 2009, afferma che "nonostante i nostri recenti risultati finanziari, le nostre attività Usa non hanno ancora raggiunto un livello di redditività sostenibile".

La strada dell'Ipo non e' l'unica possibilita' per sciogliere il nodo del prezzo delle azioni in mano al fondo sindacale.

"I tempi della quotazione effettiva non sono immediati, ci vorra' qualche mese, e lasciano spazio per la trattativa diretta tra Fiat e Veba sul valore del pacchetto ancora in mano al fondo sanitario del sindacato", sostiene una fonte finanziaria interpellata da Reuters.

L'obiettivo di Fiat e' di arrivare al 100% della societa' americana di cui ha attualmente il 58,5% mentre Veba è interesssata ad ottenere la massima valorizzazione della propria quota, spiega la fonte.   Continua...