21 giugno 2013 / 13:49 / 4 anni fa

Ipo Moncler, BofA, Goldman e Mediobanca joint global coordinator -fonti

MILANO, 21 giugno (Reuters) - E’ stato definito il gruppo di banche che assisterà Moncler nel processo di quotazione che dovrebbe portarla a Piazza Affari entro fine anno, con gli azionisti, tra i quali c‘è la francese Eurazeo, che puntano a una valorizzazione di circa due miliardi di euro.

E’ quanto spiegano alcune fonti vicine all‘operazione.

Bank of America Merrill Lynch, Goldman Sachs e Mediobanca saranno i joint global coordinator, mentre Banca Imi, JP Morgan e Ubs saranno i joint bookrunner. Lazard è l‘advisor finanziario, secondo due fonti vicine all‘operazione.

Una terza fonte vicina alla situazione spiega che l‘obiettivo è portare l‘azienda in borsa entro fine anno, attraverso un‘offerta pubblica in vendita e sottoscrizione (Opvs).

Una quarta fonte sottolinea che potrebbe essere difficile l‘esordio in borsa entro il 2013 e che potrebbe essere più probabile l‘inizio del 2014.

Secondo la stessa fonte, gli azionisti puntano a una valutazione della società intorno ai 2 miliardi di euro. Secondo il servizio Reuters IFR, che cita una fonte vicina al deal, l‘offerta dovrebbe aggirarsi sui 750 milioni di euro.

Secondo una delle fonti, sarà quotato solo il marchio Moncler, senza gli altri brand minori, che sono stati scorporati e che potrebbero essere venduti od oggetto di una partnership.

Tra le aziende comparabili, che potrebbero essere usate per definire i multipli della forchetta di prezzo, ci dovrebbero essere Lvmh e Tod’s e, più in generale, i marchi del ‘lusso accessibile’.

Al momento, non è stato possibile raggiungere la società per un commento.

Per Moncler si tratta del secondo tentativo di quotarsi a Piazza Affari. Dopo aver avviato l‘iter di quotazione due anni fa, a giugno 2011 la società ha deciso di non procedere con l‘offerta e di rinviarla a un futuro indeterminato, a seguito dell‘ingresso nel capitale di Eurazeo. La società francese ha pagato 418 milioni di euro per il 45% della società, valorizzando il gruppo italiano oltre 1,2 miliardi di enterprise value, pari a un multiplo di oltre 12 volte l‘Ebitda 2010.

Moncler ha chiuso il 2012 con un aumento dei ricavi del 22% su anno, a 624 milioni di euro. Il solo brand Moncler ha registrato un aumento del 35%, a 489 milioni, rappresentando così il 78% delle vendite del gruppo. A perimetro costante, le vendite del brand Moncler sono aumentate del 18% nel corso del 2012. A livello di gruppo l‘Ebitda è cresciuto del 39%, a 170 milioni, con un margine del 27%. Il livello di indebitamento, sempre secondo la relazione finanziaria annuale di Eurazeo, è sceso a 1,35 volte l‘Ebitda nel 2012 dalle 2,2 volte del 2011.

L‘azionariato di Moncler attualmente vede Eurazeo e due coinvestitori al 45% (la quota di pertinenza di Eurazeo è del 31,2%), il presidente Remo Ruffini al 32%, il fondo Carlyle al 18% e Brand Partners al 5%.

(Elisa Anzolin, Massimo Gaia)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below