PUNTO 2- Fiat, probabile fusione Chrysler entro giugno 2014 - AD

martedì 9 aprile 2013 17:11
 

(riscrive aggiungendo dichiarazioni)

TORINO, 9 aprile (Reuters) - L'AD Fiat Sergio Marchionne vede più del 50% di probabilità di chiudere la fusione con la controllata Usa Chrysler al suo decennale come AD del gruppo di Torino, quindi entro giugno 2014.

Marchionne ha escluso un aumento di capitale Fiat per la fusione con Chrysler, anche se nel medio-lungo periodo sarà necessario rafforzare il capitale di Fiat. In materia di cessioni "e' tecnicamente possibile" vendere la quota del 2,8% in Fiat Industrial, ma al momento sulla questione non c'e' nessun piano.

Marchionne ha parlato durante e a margine dell'assemblea degli azionisti durante la quale ha segnato i passi per arrivare alla fusione: sentenza del Tribunale del Delaware sulla contorversia con Veba, attesa nel secondo trimestre di quest'anno; decisione finale sulle modalità a fine del 2013.

Il gruppo ha inoltre avanzato qualche dubbio sulla raggiungibilità dei target 2013, a causa della debolezza del mercato europeo, e ha detto che un aggiornamento sarà realizzato a fine mese con i risultati del trimestre.

Il gruppo utilizzerà liquidità Chrysler, che non può essere distribuita alla controllante Fiat a causa dei covenant sul debito, per gli investimenti a Melfi, che saranno complessivamente pari a un miliardo di euro.

FUSIONE ENTRO DECENNALE

"Generalmente non faccio scommesse, ma se dovessi direi che abbiamo piu' del 50% di probabilita' di chiudere l'operazione entro giugno 2014", ha detto Marchionne, in merito ai tempi della fusione. "Ci scommetterei", ha aggiunto a margine a una nuova domanda sulla scadenza di giugno 2014.   Continua...