Avio, rallenta processo Ipo, trattative con fondi - fonti

mercoledì 30 maggio 2012 19:50
 

MILANO, 30 maggio (Reuters) - Le turbolenze dei mercati finanziari stanno rallentando il processo di quotazione a Piazza Affari di Avio, mentre vengono portate avanti le trattative con potenziali investitori.

E' quanto dicono diverse fonti vicine al dossier.

La finestra di luglio, indicata all'epoca della presentazione del filing, secondo due fonti, è destinata ad essere superata. Eventualmente se ne riparlerà in autunno. Peraltro, l'azienda guidata da Francesco Caio e il principale azionista non hanno mai formalizzato una tempistica, limitandosi a dire che l'obiettivo è essere pronti per quando i mercati finanziari consentiranno la quotazione.

Ma, secondo una terza fonte, la necessità dell'operatore di private equity Cinven (81% del capitale) e di Finmeccanica (14%) di monetizzare l'investimento nel gruppo aerospaziale dovrebbe determinare "un'accelerazione dei negoziati con i potenziali investitori finanziari". In altri termini, anche se si continua a perseguire la strada del dual track, la vendita ha sorpassato l'ipotesi di collocamento borsistico.

In questa chiave va letta l'uscita allo scoperto, due giorni fa, del Fondo Strategico Italiano (Fsi), che ha reso noto di aver messo sul tavolo "almeno 300 milioni di euro" per rilevare una quota di Avio.

Secondo una delle fonti, il Fsi potrebbe investire in Avio in fase di Ipo, "sottoscrivendo parte dell'aumento di capitale e rilevando la quota di Finmeccanica", o affiancare altri investitori disposti a rilevare il controllo. Giovanni Gorno Tempini, presidente della Cdp, ha parlato genericamente di "operazioni sul capitale da parte degli azionisti", lasciando aperta la porta alle due opzioni.

Il fondo guidato da Maurizio Tamagnini, secondo le fonti, sarà affiancato da Cvc Capital e da Clessidra, che, spiega una delle fonti, grosso modo "pagheranno un ticket di 300 milioni o un po' più alto" per entrare nella partita Avio.

Rotschild è l'adviser finanziario di Avio. Global coordinator e joint bookrunner dell'Ipo sono Banca Imi, Deutsche Bank, JP Morgan, Morgan Stanley e Barclays. Hsbc, Rbs e Société Générale svolgono il ruolo di bookrunner.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia