Ipo, Facebook pronta al debutto (17 italiane), valutata 104 mld dlr

venerdì 18 maggio 2012 12:05
 

NEW YORK, 18 maggio (Reuters) - Ultime ore prima del debutto al Nasdaq di Facebook, il colosso dei social network che ha raccolto 16 miliardi di dollari (12,6 miliardi di euro) nel maggiore collocamento borstitico nella storia degli Stati Uniti.

Il prezzo dell'Ipo è stato fissato a 38 dollari per azione, per una valorizzazione del 100% del capitale di 104 miliardi di dollari (82 miliardi di euro), più di Starbucks e Hewlett-Packard insieme.

Trader e analisti prevedono che Facebook debutti in netto rialzo. "Un balzo del 15-20% è nell'ordine naturale delle cose", stima Tim Loughran, professore di finanza all'università di Notre Dame (Indiana). "Il fatto che abbia già incrementato la forchetta indicativa e aumentato il numero di azioni collocate fa pensare ad un esordio in rialzo".

Il momento della verità arriverà alle 11 di New York, le 17 in Italia.

Alcuni investitori prevedono un progresso del 30%, sebbene non manchino gli scettici riguardo alle reali capacità del gruppo fondato da Mark Zuckerberg di generare profitti stabilmente, traducendo in denaro i 901 milioni di utilizzatori nel mondo.

La media delle stime degli analisti raccolte da Morningstar indica un prezzo di chiusura di 50 dollari.

Sulla base del prezzo di collocamento di 38 dollari, Facebook viene valorizzata oltre cento volte gli utili attuali, contro 14 volte di Apple e 19 volte di Google.

I dubbi, in particolare, riguardano la capacità di Facebook di monetizzare il trasferimento progressivo degli utilizzatori verso smartphone e tablet.

"L'utilizzo in mobilità sta passando quello via computer", si legge in uno studio di Susquehanna Financial Group, "la monetizzazione potrebbe calare nel breve termine perché il mobile consente soltanto poca o niente pubblicità, per via delle dimensioni limitate degli schermi".   Continua...