Farmaceutica, Menarini acquisisce Invida, ora guarda a Sud America

martedì 15 novembre 2011 16:17
 

FIRENZE, 15 novembre (Reuters) - Il gruppo farmaceutico Menarini ha acquisito Invida, società attiva in 13 paesi dell'area Asia-Pacific.

L'accordo è stato siglato venerdì scorso, con l'acquisizione cash del 100% del capitale detenuto da Temasek Holdings, Quintiles e Zuellig.

E' quanto si legge in un comunicato di Menarini.

L'accordo è stato illustrato dal gruppo farmaceutico a Firenze.

I termini finanziari del deal non sono stati resi noti: Invida, però, ha un fatturato di oltre 220 milioni di dollari e Alberto Giovanni Aleotti, membro del Cda Menarini, a margine dell'incontro ha spiegato che i moltiplicatori da applicare in questi casi variano da 2 a 3,5. Si stima, quindi, che l'esborso di Menarini per Invida sia collocabile fra 440 e 770 milioni di dollari.

L'obiettivo è che Invida "raggiunga 1 miliardo di fatturato nel 2015, dato che peserebbe per il 20-25% sul fatturato di Menarini", ha detto la vicepresidente di Menarini, Lucia Aleotti.

Lucia Aleotti ha spiegato che l'acquisizione di Invida serve "per creare un ponte e aprire al gruppo mercati importantissimi per lo sviluppo futuro di Menarini".

Invida servirà principalmente come vettore per la distribuzione dei prodotti Menarini in un'area "che rappresenta il 10% del mercato farmaceutico mondiale, con un tasso di crescita del 20% annuo, e dove risiede il 46% della popolazione mondiale", ha aggiunto Lucia Aleotti.

Il direttore generale di Menarini, Domenico Simone, ha detto di essere "convinto che in futuro seguiranno altre acquisizioni" e ha aggiunto che "un'altra area di attenzione è il Sud America: siamo fortemente attenti a quello che accade lì".   Continua...