Ipo, tranche istituzionale Immit "sostanzialmente coperta"-fonti

venerdì 30 maggio 2008 12:20
 

MILANO, 30 maggio (Reuters) - L'offerta di azioni Immit, la matricola del settore immobiliare che oggi fa capo ad Intesa SanPaolo (ISP.MI: Quotazione), risulta giò sottoscritta per la tranche istituzionale - a nemmeno cinque giorni dall'inizio dell'Ipo.

Lo dicono a Reuters due fonti di mercato.

"Ai minimi del range (di 2,9-3,6 euro), la tranche degli istituzionali (cui era riservato fino ad un massimo del 70% dell'offerta globale) è sostanzialmente coperta", dice la prima fonte.

Una seconda fonte aggiunge che "in operazioni di questo tipo, il grosso delle adesioni si registra negli ultimi giorni (...) il fatto che sia già praticamente coperta è decisamente un buon segno, in questa fase di mercato".

L'Ipo, partita lunedì, si chiude giovedì 5 maggio, con esordio atteso all'MTA l'11 giugno.

In sede di roadshow il management ha dichiarato che pensa di investire fino a 400 milioni in acquisizioni di qui al 2012 e che intende distribuire come dividendi il 100% degli utili per il 2008 e "fino al 100%" per il 2009.

A regime la matricola, che dal 1 gennaio 2009 diventerà Siiq usufruendo delle relative agevolazioni fiscali, prevede un pay out dell'85%.

Il portafoglio di immobili, prevalentemente destinati ad uffici, è stato stimato dalla società indipendente CBR Ellis a 1,3 miliardi. Al momento il 70% dei palazzi è affittato ad Intesa San Paolo.

La forchetta di prezzo di 2,9-3,6 euro corrisponde a una capitalizzazione di 844 milioni-1,048 miliardi di euro.   Continua...