PUNTO 2 - Best Union riduce azioni Ipo, prezzo a minino range

venerdì 16 maggio 2008 14:22
 

(cambia titolo, aggiunge dettagli da nota)

MILANO, 16 maggio (Reuters) - Best Union, matricola bolognese specializzata in biglietteria elettronica, ha fissato a 3,40 il prezzo delle proprie azioni e ridotto il quantitativo di titoli posto in vendita dagli attuali soci.

Lo dice una nota della società, confermando quanto riferito stamane a Reuters da tre fonti.

Nei piani originari il collocamento doveva coinvolgere 3,9 milioni di titoli, di cui 780.000 messi in vendita dagli attuali azionisti. La tranche in vendita è stata limata a 390.000 pezzi, per una offerta globale ridotta a 3,51 milioni di azioni.

In questo modo, pur in condizioni difficili di mercato, l'offerta globale è stata sottoscritta 1,1 volte, "con una buona risposta degli investitori privati e un parterre di 33 istituzionali, oltre ad alcuni noti imprenditori che hanno creduto alle potenzialità del gruppo".

Sulla base del prezzo d'offerta, fissato al minimo del range di 3,4-4 euro, il ricavato netto dell'Ipo è di 11,5 milioni di euro. Di questi, 10,2 milioni entreranno nelle casse della società (11,9 milioni in caso di integrale esercizio della greenshoe). La capitalizzazione di Best Union, che tra i suoi soci annovera anche la vedova del tenore Luciano Pavarotti, è di 31,5 milioni (33,3 milioni nel caso di integrale esercizio della greenshoe). Il debutto è previsto all'Expandi per il 20 maggio.

L'Ipo è stata condotta da Banca Akros e Banca Aletti.