Prada, iter borsa non rallentato da difficoltà mercati- Miccichè

giovedì 7 febbraio 2008 11:40
 

MILANO, 7 febbraio (Reuters) - L'iter verso la borsa di Prada non sarà rallentato dalle turbolenze dei mercati.

Questa la risposta data ai giornalisti da Gaetano Micciche, responsabile divisione corporate di Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione), banca azionista della griffe milanese e anche - tramite Banca Imi - tra i coordinatori dell'operazione di quotazione.

"Ritengo assolutamente di no" ha risposto Miccichè a una domanda sul rischio di rallentamento della Ipo. "Quando si andrà in borsa si sceglierà il momento adatto perchè l'operazione sia di grande successo, come l'azienda credo meriti. Nessun rinvio".

Prada ha approvato il via al progetto lo scorso 19 dicembre, annunciando che, insieme a Banca Imi, UBM (CRDI.MI: Quotazione) e Goldman Sachs (GS.N: Quotazione) saranno Global Coordinator e Joint Book Runner, mentre Mediobanca è stata scelta come adviser finanziario della holding di famiglia.

Intesa Sp è entrata con il 5% del capitale nel 2006, sottoscrivendo un aumento di capitale a prezzi che valutavano la casa di mode circa 2 miliardi di euro.

Le indiscrezioni vedono la quotazione per inizio estate, la società finora si limita ad auspicare l'operazione nell'anno.