Salumi, quotanda Gsi compra Fratelli Parmigiani, deal da 51 mln

martedì 4 dicembre 2007 19:01
 

MILANO, 4 dicembre (Reuters) - Grandi Salumifici Italiani (Gsi), società in lista d'attesa per la quotazione a Piazza Affari, ha raggiunto un accordo per l'acquisizione della maggioranza del capitale della Fratelli Parmigiani Spa, un'operazione da 51 milioni di euro.

Il deal, si legge in un comunicato, prevede l'acquisto da parte di Gsi del 70% di Fratelli Parmigiani Spa per circa 33 milioni di euro. Attualmente, il gruppo di Parma fa capo alla famiglia Gaibazzi, nome storico della salumeria.

E' prevista, inoltre, un'opzione call a favore di Gsi per l'acquisto da Mario Gaibazzi di un'ulteriore quota del 20% del capitale, esercitabile entro un anno dal closing.

Giorgio Gaibazzi rimarrà nel capitale della Fratelli Parmigiani con una partecipazione pari al 10% e assumerà l'incarico di amministratore delegato.

Contestualmente, è stato definito un altro accordo che prevede, da parte di Gsi, l'affitto del ramo d'azienda di Miglioli Plus Srl, per una durata di sette anni, a un canone annuo di 0,9 milioni di euro. Miglioli Plus è attiva nella produzione di mortadella e salumi stagionati.

Il gruppo Gaibazzi nel 2006 ha realizzato un fatturato aggregato di 47,2 milioni di euro e un Ebitda di 5,5 milioni.

Il closing dell'operazione è atteso per il 31 gennaio 2008.

Nell'acquisizione, Gsi è assistita per la parte legale da Ettore Rocchi e da Dewey & LeBoeuf, mentre l'advisor finanziario è Unipol Merchant.

Gsi ha depositato la domanda di ammissione in Borsa, segmento Star, il 10 ottobre scorso.