Infrastrutture, F2i guarda a partecipazioni Provincia Milano

lunedì 3 dicembre 2007 14:08
 

MILANO, 3 dicembre (Reuters) - Il Fondo Italiano per le Infrastrutture (F2i) è pronto a partecipare a un'eventuale gara per l'ingresso nel capitale delle società attive nel settore controllate dalla Provincia di Milano.

Lo ha detto Galliano Di Marco, senior partner di F2i, parlando a margine del convegno "Infrastrutture e mercati finanziari", organizzato da Finlombarda, Aifi e associazione Guido Carli.

"Se la Provincia di Milano entrasse nell'ordine delle idee di cedere tramite gara una quota degli asset che fanno capo ad Asam, Sea e Serravalle, noi dovremmo partecipare, perché è nel nostro dna", ha spiegato Di Marco, manager che è entrato a far parte del fondo guidato da Vito Gamberale a ottobre, dopo aver lavorato in Autostrade (ora Atlantia (ATL.MI: Quotazione)).

F2i, ha aggiunto Di Marco, si propone alla Provincia di Milano come "un partner finanziario di lungo periodo, ossia con caratteristiche industriali".

Peraltro, ha puntualizzato il manager, F2i "vuole contare" nelle società in cui investe e, di conseguenza, un eventuale ingresso nel capitale delle società controllate dalla Provincia di Milano dovrà avvenire sulla base di "regole di governance chiare".

L'8 novembre scorso, il Consiglio provinciale ha approvato le linee guida per la realizzazione del piano industriale di Asam - la holding a cui fa capo il 53% circa di Serravalle e il 15% circa di Sea -, che prevedono la cessione di una quota fino al 30% di Asam e del 32% di Pedemontana (controllata al 100% da Serravalle) a uno o più investitori istituzionali.

Contestualmente, il piano prevede la presentazione di un progetto per l'eventuale quotazione in Borsa di Serravalle e la verifica della volontà di Autostrade per l'Italia di esercitare l'opzione call sul 33% di Pedemontana; in caso il gestore controllato da Atlantia rinunciasse al diritto, Palazzo Isimbardi intende vendere a investitori istituzionali anche questa ulteriore quota.