IPO energie rinnovabili, Scan cancella, buon esordio Longyuan

giovedì 10 dicembre 2009 11:18
 

FRANCOFORTE/HONG KONG, 10 dicembre (Reuters) - Destini opposti per due IPO delle energie rinnovabili attese dagli investitori, con la danese Scan Energy che ha cancellato l'operazione di messa a listino in Germania, mentre la cinese dell'eolico Longyuan mette a segno un ottimo debutto.

Scan Energy 18SE.DE, parchi solari ed eolici, ha annunciato ieri notte l'interruzione dell'iter di collocamento a Francoforte perchè la domanda è stata più bassa del previsto (giorni fa anche un altro colosso, la divisione infrastrutture di Hochtief (HOTG.DE: Quotazione), ha dato un simile forfait).

La società domenica aveva già abbassato il prezzo per azione a 8 euro dal range originario di 9-13 - poco meno di 330 milioni di euro - ma evidentemente non è bastato: ora i suoi piani di crescita, che includevano nuove iniziative anche in Italy, saranno rivisti.

LONGYUAN DEBUTTA A HK PIU' 9% MA SOTTO ATTESE

La quinta società al mondo per generatori eolici esordisce con un buon rialzo dopo l'offerta da 2,2 miliardi di dollari che rappresenta il 30% del capitale post-aumento. Ma il 9% di rialzo nella prima giornata di scambi è meno di quanto fosse atteso.

La mossa delle Nazioni Unite che ha stabilito per alcuni operatori eolici cinesi l'impossibilità di ricorrere a finanziamenti attraverso i "carbon credit" sulle emissioni di CO2 è stata indicata dagli analisti come la causa del diminuito entusiasmo per la società e un freno all'upside, almeno a breve.

Comunque nel capitale Longyuan sono entrati il fondo chiuso China Investment Corp (CIC), il miliardario usa Wilbur Ross e China Life Insurance Group: in un mercato come quello della generazione eolica cinese, che vede investimenti per 150 miliardi di dollari al 2020, la società punta alla leadership.