IPO, SocGen vede collocamenti 2010 per 30 mld euro in Europa

mercoledì 9 dicembre 2009 17:49
 

FRANCOFORTE, 9 dicembre (Reuters) - L'anno prossimo vedrà in Europa una accelerazione dei collocamenti di società in borsa, secondo l'analisi di Societe Generale Capital Markets, che non si fa deprimere dal fatto che la scorsa settimana in Germania sia stata cancellata la IPO miliardaria di uno spinoff della Hochtief (HOTG.DE: Quotazione).

La mancata offerta tedesca della divisione infrastrutture di Hochtief avrebbe creato la matricola più importante degli ultimi due anni sulla borsa tedesca. "IPO di questa dimensione sono a livello europeo e non locale e molti investitori che sarebbero stati interessati saranno attenti anche ad altri collocamenti futuri" si legge in una nota SocGen.

Societe Generale vede IPO per 30 miliardi di euro di valore nel 2010, che si confrontano con favore ai 4,5 miliardi lordi del 2009 (secondo i dati ThomsonOne).

La banca si attende 8-10 matricole in Germania (quest'anno saranno 4, di cui Scan Energy 18SE.DE a listino questo venerdì) e prevede che primeggino tra i collocatori i fondi di private equity assetati di liquidità.

Dopo aver parlato con potenziali investitori, l'analista Socgen nota che l'interesse si focalizza guardando più alle posizioni di leadership, al cashflow e alla valutazione delle società piuttosto che per selezione di settore.

Il numero delle IPO resterà comunque condizionato dalle più generali fortune dei mercati borsistici. "Abbiamo già visto con che velocità si aprono e chiudono le finestre di opportunità" si legge nello studio.

L'outlook sulle IPO è contenuta in uno studio di previsioni di Societe Generale CIB Global Capital Market, in cui si stima che nel 2010 il valore complessivo del mercato europeo delle emissioni di prestiti e bond sia attorno a 1.200 miliardi di euro.