Internet, Ue: via le barriere allo shopping online dentro Unione

venerdì 20 giugno 2008 12:12
 

di Huw Jones

BRUXELLES (Reuters) - La responsabile dell'Unione europea per i consumi presto proporrà nuove regole per semplificare e rendere più sicuri gli acquisti online fatti dai 490 milioni di abitanti dell'Unione entro i confini delle 27 nazioni europee.

Al momento, sono circa 150 milioni gli europei che si rivolgono a siti come Amazon.com e EBay per comprare merci di vario tipo, ma solo 30 milioni di questi comprano in paesi diversi dal loro spendendo una media di 800 euro a testa.

"Quest'autunno proporrò nuove regole per ridurre la giungla di norme attualmente in vigore. Proporrò una serie di norme semplificate per regolare i contratti fra venditori e consumatori in tutta l'Unione europea", ha detto il Commissario per i consumi Meglena Kuneva.

La commissaria comincerà anche a lavorare su alcune regole per eliminare pratiche commerciali scorrette da Internet.

"Un unico insieme di norme renderà più semplice acquistare e vendere in tutt'Europa", ha detto Kuneva in un discorso tenuto a Londra e distribuito ai media.

La mossa fa parte di un tentativo di Bruxelles di essere apprezzata dai cittadini dell'Unione contribuendo in modo più diretto a migliorare le loro vite, particolarmente in seguito al rifiuto dell'Irlanda di ratificare il trattato di Lisbona.

Altri piani in questo senso prevedono la possibilità di rendere più semplice cambiare canto corrente bancario e quello di tagliare il costo di inviare sms o di scaricare dati su computer o su cellulare mentre ci si trova all'estero.

 
<p>Il Commissario europei per i Consumatori Meglena Kuneva REUTERS/Sebastien Pirlet</p>