Cina sempre più impegnata nel contrastare la pirateria online

giovedì 17 gennaio 2008 11:00
 

PECHINO (Reuters) - La Cina sta lottando per tenere sotto controllo un incremento dei casi di pirateria online in particolare quelli che prevedono il download di film, musica e libri, per i quali servono pene più severe. Lo ha detto oggi un funzionario.

Il numero dei casi riscontrati lo scorso anno è stato il doppio di quelli accertati nei due anni precedenti messi assieme e con lo sviluppo tecnologico sempre più rapido diventa sempre più difficile mettere in atto un giro di vite, secondo Yan Xiaohong, vice responsabile dell'Amministrazione nazionale per il diritto d'autore.

"Sebbene le nostre campagne abbiano avuto dei risultati almeno in un primo momento, dobbiamo riconoscere che non ci sono stati cambiamenti visibili in positivo nell'ambito della protezione del diritto d'autore su Internet nel nostro Paese", ha detto durante una conferenza stampa.

"Soprattutto dopo il rapido sviluppo della tecnologia su Internet, i casi di pirateria online sono diventati moltissimi e la lotta per contrastarli è ben lungi dall'essere terminata", ha spiegato.

Secondo quanto riferito, le multe e le condanne contro chi viola queste norme forse non sono abbastanza dure, ha aggiunto.

"Vista la gravità della situazione dovremmo istituire multe più salate", ha aggiunto Yan.

La Cina conta 210 milioni di utenti Internet alla fine del 2007, seconda soltanto agli Stati Uniti, secondo quanto riferito dall'agenzia Xinhua che ha citato fonti industriali.

 
<p>Un Internet caf&egrave; cinese. REUTERS/ Nir Elias (CHINA)</p>