Sony spenderà 138 milioni di euro per gli schermi Oled

martedì 19 febbraio 2008 10:00
 

TOKYO (Reuters) - La giapponese Sony ha annunciato oggi che spenderà 22 miliardi di yen (138 milioni di euro) per sviluppare la tecnologia per realizzare schermi medi e grandi con diodi luminosi (Oled).

Sony ha lanciato il primo televisore al mondo Oled a novembre a 200.000 yen (1.258 euro).

Gli schermi Oled usano componenti organici, contenenti carbone, che emettono luce con l'applicazione dell'elettricità. Al contrario dei display a cristalli liquidi, non hanno bisogno di controluce, e così risultano essere più sottili ed energeticamente più efficienti.

Spessi solo 3 mm, il nuovo televisore consuma il 40% di elettricità in meno rispetto a un lcd ed è utile per vedere immagini veloci come i programmi sportivi, grazie alla sua velocità di risposta. Offre inoltre colori più luminosi e un angolo di visuale più ampio.

Attualmente però, è la difficoltà tecnologica a bloccare la produzione di schermi Oled di grandi dimensioni. Finora, Sony ha prodotto schermi oled da 11 pollici, una grandezza equivalente più o meno a due custodie di cd affiancate.

Le azioni Sony, rivale di Samsung Electronics e Sharp nel mercato degli lcd, hanno chiuso oggi a +2,2%.

 
<p>Un uomo sistema degli schermi a una fiera di elettronica. PEM/WS</p>