Tlc, accordo ministero-Regione per la banda larga in Sardegna

venerdì 11 aprile 2008 19:10
 

MILANO (Reuters) - Il ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, ed il presidente della Regione autonoma Sardegna, Renato Soru, hanno firmato oggi un "accordo di programma" per il potenziamento delle infrastrutture per la banda larga, che punta ad abbattere il digital divide, a potenziare i servizi resi dalla pubblica amministrazione e offrire nuovi strumenti di sviluppo alle imprese sul territorio.

In una nota, il ministero della Comunicazioni spiega che l'accordo annulla il divario digitale in 97 comuni sardi e interessa oltre 90 mila cittadini.

L'accordo -- che segue quelli gà stipulati in Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Marche e Umbria - viene realizzato in cooperazione tra regione e ministero, che si avvale della società Infratel "come 'soggetto attuatore' del Programma Banda Larga in tutte le aree sottoutilizzate del Paese", spiega la nota.

Il piano è finanziato dal ministero delle Comunicazioni per 22 milioni di euro e dalla Regione Sardegna per 14 milioni.

Saranno privilegiati gli investimenti in fibra ottica e in modalità wireless, con il rispetto del principio di neutralità tecnologica.

Le infrastrutture del progetto hanno l'obiettivo di consentire nei diversi territori l'attivazione di "servizi a banda larga per i cittadini e imprese", intesi come connettività di tipo xDSL con banda di 2048/512 Kbit al secondo, conclude la nota.