Toshiba e Matsushita sviluppano nuovi schermi Oled

mercoledì 20 agosto 2008 16:36
 

TOKYO (Reuters) - Una joint venture tra le giapponesi Toshiba e Matsushita ha annunciato di aver sviluppato display Oled (diodo organico ad emissione di luce) con la più lunga aspettativa di vita e il più basso consumo energetico mai ottenuti.

I pannelli Oled, che offrono colori più luminosi rispetto ai display a cristalli liquidi (Lcd) e al plasma e sono più sottili, vengono considerati gli schermi delle generazioni future, ma la loro breve durata ne costituisce uno svantaggio.

Toshiba Matsushita Display Technology - di proprietà di Toshiba al 60% e di Matsushita Electric Industrial al 40% - ha detto oggi di aver sviluppato uno schermo Oled di 2,2 pollici con una durata di 60.000 ore e un consumo energetico di 100 mW.

Sony, che ha immesso sul mercato il primo televisore Oled al mondo alla fine dello scorso anno, ha detto in ottobre che il suo prodotto può funzionare per un massimo di 30.000 ore di visione, circa la metà rispetto agli schermi Lcd della stessa compagnia.

La venture ha progettato il nuovo schermo in collaborazione con Idemitsu Kosan, azienda giapponese di raffinamento del petrolio attiva nello sviluppo di panelli Oled.

Toshiba Matsushita Display Technology intende avviare la produzione commerciale dei nuovi schermi a partire dal marzo del 2009, per cellulari e altri dispositivi mobili.

 
<p>Un display Oled REUTERS/Yuriko Nakao</p>