YouTube-Viacom, legali raggiungono accordo su privacy utenti

martedì 15 luglio 2008 09:50
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Imputati e parti lese di due processi per violazione del copyright contro YouTube hanno raggiunto, durante le udienze preliminari, un accordo per proteggere la privacy di milioni di utenti del popolare sito. Lo ha detto oggi un portavoce di Google

La scorsa settimana un giudice federale aveva ordinato a Google di fornire a Viacom e altre parti lese i dati delle utenze del popolare sito di video-sharing, perché potessero preparare uno studio riservato su ciò che è stata ritenuta un'ampia violazione della privacy.

Google ha detto di aver accettato di fornire ai legali di Viacom e di un gruppo di class action capeggiato dalla Football Association of England un ampio database degli utenti senza fornire il nome e l'indirizzo Internet delle utenze, che potrebbero essere usate per identificare individualmente i fruitori dei video su YouTube.

"Abbiamo raggiunto un accordo con Viacom e il gruppo di class action", ha detto il portavoce di Google Ricardo Reyes. "Hanno acconsentito a permetterci di rendere anonimi i dati degli utenti di YouTube", ha aggiunto.

Viacom, che possiede gli studios di Paramount e Mtv Networks, ha richiesto le informazioni come parte di una causa da 1 miliardo di dollari intentata contro Google e YouTube, che accusa di violazione del copyright per aver divulgato sul popolare sito i suoi programmi.

Il giudice Louis Stanton della Corte distrettuale degli Stati Uniti di New York ha ordinato a Google lo scorso 1 luglio di fornire a Viacom un database dei nome degli utenti, e i rispettivi indirizzi web, di coloro che hanno visto i video in questione.

Gli attivisti per la tutela della privacy di Electronic Frontier Foundation e altri gruppi avevano criticato la decisione dicendo che essa "minaccia di esporre informazioni strettamente private" e sarebbe in contrasto con la legge sulla protezione della privaci del 1988 - il Video Privacy Protection Act.

 
<p>Il presidente di Viacom, Sumner Redstone. REUTERS/Phil McCarten (UNITED STATES)</p>