Una squadra di "preghiera" su richiesta a Gerusalemme

lunedì 18 febbraio 2008 13:17
 

GERUSALEMME (Reuters) - Alcuni vogliono una moglie. Altri dei figli, una cura miracolosa per qualche malattia o un aiutino al conto in banca.

I credenti che invocano l'intervento divino possono cercare aiuto per loro preghiere con un minimo di 80 dollari su www.westernwallprayers.org, un sito web di Gerusalemme che dispone di una squadra di 35 agenti che pregano "su richiesta" in uno dei luoghi più sacri dell'ebraismo al posto di chi non può andarci di persona.

Batya Burd, ebrea osservante che vive nella Città Vecchia di Gerusalemme, ha organizzato il business di deleghe per fornire soccorso spirituale e -- come dice lei -- miracoli ai fedeli raccogliendo nel frattempo fondi per le persone che dedicano la loro vita agli studi biblici.

La trentatreenne, che ha lasciato una carriera di avvocato in Canada per tornare in Israele, riceve molte mail con richieste da tutto il mondo, compone preghiere personalizzate per ogni cliente e poi gli assegna un "agente".

Questo recita la preghiera presso il muro occidentale di Gerusalemme -- che era parte dell'antico complesso del tempio ebraico -- ogni giorno per 40 giorni.

"Quando ho guardato quello che serviva a Gerusalemme ho capito che si trattava più che altro di sostegno economico, mentre i bisogni delle persone che non vivono qui sono più che altro spirituali", ha detto Batya. "(La mia idea) è stata un modo di unire le due cose".

Finora ha composto preghiere per 700-800 persone, e ha raccontato che grazie a lei si sono compiuti diversi miracoli, tra cui un uomo che ha incontrato la sua anima gemella, una donna che ha vinto la lotteria e due persone che dicono di essere guarite dal cancro dopo le preghiere.

Batya crede ferventemente nel potere della preghiera e sfida gli scettici e provare prima di criticare.

"Più sinceramente credi in qualcosa, più Dio lascia che accada".

Il minimo per le offerte è di 2 dollari al giorno, che vanno all' "agente" che si reca a pregare al muro. Con un totale di 720 dollari ci si assicura una preghiera esclusiva al muro e presso una sinagoga della Città Vecchia.

Con una richiesta speciale e almeno 1.800 dollari si hanno 10 uomini che pregano insieme per 40 giorni nei sotterranei del muro, zona dove non è permessa la preghiera pubblica.

 
<p>Alcuni ebrei ultraortodossi pregano presso il muro occidentale a Gerusalemme. REUTERS/Ammar Awad (JERUSALEM)</p>