Jerome Kerviel, da trader spregiudicato a eroe del cyberspazio

lunedì 28 gennaio 2008 13:00
 

PARIGI (Reuters) - La manciata di amici virtuali di Jerome Kerviel si è dispersa nell'etere dopo che è stato accusato di aver commesso la più grande frode bancaria della storia, ma in compenso il trader ha trovato migliaia di nuovi fan nel cyberspazio.

Sul profilo Facebook del trentunenne comparivano 11 amici quando giovedì si è diffusa la notizia dell'incriminazione per l'ammanco di 7 miliardi di euro alla banca francese Societe Generale. Appena 24 ore dopo glien'era rimasto uno solo.

Ma nel frattempo nuovi ammiratori hanno colmato il vuoto, creando finti profili a suo nome e 21 gruppi di supporto.

Uno dei gruppi si chiama "Jerome Kerviel dovrebbe ricevere il Nobel per l'economia" e ha attirato 1.209 membri da tutto il mondo. Un altro, "Jerome Kerviel FanClub" vanta 865 membri.

Un altro gruppo più ambizioso si chiama "Se 5 miliardi di persone si uniscono a questo gruppo e donano 1 euro salviamo la carriera di Jerome Kerviel". Ieri però aveva solo 455 membri, e il francese ha ancora parecchia strada da fare per salvare il suo posto.

"Jerome il campione!!!" ha scritto Nazih Saade dal Canada, "Congratulazioni Jerome siamo con te!" ha scritto Miles McKernan dalla Spagna. "Jerome Kerviel è il Che Guevara della finanza!" ha scritto Sebastien Philippe dal Lussemburgo.

Molti navigatori hanno quindi visto il lato divertente della vicenda, che ha però per molti analisti intaccato la reputazione della Francia come centro finanziario di eccellenza.

"Finalmente un record francese nella finanza!", ha scritto Sebastian Jousten dal Belgio, paese a lungo zimbello dei francesi.

 
<p>Un'immagine della sede della Societe Generale vicino Parigi. REUTERS/Benoit Tessier (FRANCE)</p>