Accordo Samsung, Sony su schermi Lcd in dirittura d'arrivo

mercoledì 27 febbraio 2008 12:50
 

SEUL (Reuters) - Samsung Electronics sta concludendo le trattative con Sony per costruire insieme una nuova linea di produzione di schermi Lcd, secondo quanto rivelato oggi da una fonte di Samsung, che ha fugato i dubbi che l'alleanza tra le due aziende fosse in pericolo.

"Abbiamo quasi chiuso le discussioni con Sony per la linea di produzione (eighth generation/line 2) e sono andate bene", ha detto la fonte chiedendo di rimanere anonima.

Il nuovo impianto sorgerà presso il complesso di produzione Lcd della società a sud di Seul.

Sony, che ieri ha annunciato l'intenzione di investire con Sharp in un nuovo impianto di produzione in joint venture, potrebbe collaborare con Samsung anche alla realizzazione di una seconda e più moderna linea di produzione di schermi piatti per televisioni, secondo quanto riferito dalla stessa fonte.

L'annuncio dell'investimento con Sharp aveva inizialmente creato preoccupazioni sulla possibile sorte della collaborazione con Samsung, anche se il presidente di Sony Ryoji Chubachi aveva garantito l'intenzione dell'azienda giapponese di continuare la joint venture con Samsung, denominata S-Lcd.

La diversificazione operata da Sony in questo modo, però, potrebbe far acquistare al gigante giapponese un più alto potere di acquisto rispetto a Samsung, suo principale rivale e primo produttore mondiale di schermi piatti a Lcd.

"Sony aveva difficoltà a produrre schermi piatti in quantità sufficienti, ma ora potrebbe guadagnare più potere di negoziazione", ha detto Park Sang-Hyun, analista di CJ Investment & Securities.

Grazie ad una domanda crescente e ai valori ancora bassi dei titoli, il mercato delle televisioni a schermo piatto si prepara a fare grandi affari quest'anno. Qualche preoccupazione in più, invece, si prevede per il 2009, quando i nuovi impianti entreranno a regime, creando un rischio di sovrapproduzione.

 
<p>Un uomo passsa vicino ad un insegna Samsung. REUTERS/Han Jae-Ho (SOUTH KOREA)</p>