17 gennaio 2008 / 10:43 / 10 anni fa

Francia pensa a tassa su tv, pc e cellulari a favore tv pubblica

<p>Il presidente francese Nicolas Sarkozy pronuncia un discorso in televisione.France2 TV (FRANCE)</p>

PARIGI (Reuters) - La Francia potrebbe tassare le vendite di computer, tv e cellulari dell'1 o 2% per raccogliere fondi da destinare ai canali televisivi pubblici. Lo scrive oggi il giornale Les Echos.

Il Segretario di stato per i consumi Luc Chatel, chiestigli ragguagli riguardo alla notizia, ha risposto alla tv Lci: "Siamo nella fase di riflessione... Studieremo diverse idee possibili per i finanziamenti".

Les Echo ha scritto che il progetto di tassazione è stato discusso durante un incontro nell'ufficio del presidente Nicolas Sarkozy lunedì e, considerando i 17 miliardi di euro ricavati in totale dalle vendite nel settore dell'elettronica, potrebbe fruttare da 170 a 340 milioni di euro.

Sarkozy aveva annunciato il progetto di eliminare la pubblicità dalla tv pubblica la settimana scorsa. Al momento il ricavo pubblicitario delle reti pubbliche è di 1 miliardo di euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below