Stato tedesco chiede a Nokia 41 milioni di euro

mercoledì 6 febbraio 2008 15:25
 

FRANCOFORTE/HELSINKI (Reuters) - Lo stato tedesco del Nord Reno-Westfalia ha chiesto oggi a Nokia il rimborso di sovvenzioni del valore di 41,3 milioni di euro usati dal produttore di cellulari per ristrutturare un impianto che ha in programma di chiudere, richiesta alla quale la società finlandese si è definita stupita.

Il progetto di Nokia di chiudere l'ultima fabbrica tedesca di cellulari a Bochum e di spostare la produzione in Romania ha scatenato una vera e propria tempesta di proteste. Nokia ha replicato che la fabbrica non è competitiva e deve essere chiusa.

"Nokia è sorpresa dalla richiesta. In base a fatti noti alla società e a Deutsche Bank, sua consulente nell'intero periodo, entrambe le parti si sentono convinte che un simile tentativo non ha valore", ha dichiarato la portavoce di Nokia Arja Suominen.

La portavoce ha spiegato che Nokia ha più che soddisfatto le condizioni dell'accordo per le sovvenzioni, avendo investito più di 350 milioni di euro nell'impianto e avendo dato lavoro ad una media annuale di 3.200 persone del posto dal 2001.

 
<p>Un cartellone a Berlino piazzato dal Social Democratic Party (SPD) per protestare contro la chiusura della fabbrica di Bochum. Il cartellone recita: 'No Nokia, non cos&igrave;!' REUTERS/Johannes Eisele (GERMANY)</p>