Shakespeare diventa digitale grazie a progetto online

mercoledì 26 marzo 2008 15:13
 

LONDRA (Reuters) - Una biblioteca americana e una inglese hanno in progetto di riprodurre online tutte le 75 edizioni delle opere teatrali di William Shakespeare stampate in formato in quarto prima del 1641.

La Bodleian Library di Oxford e la Folger Shakespeare Library di Washington DC hanno unito le forze per digitalizzare le loro collezioni, ampliando il lavoro della British Library che nel 2004 lo ha fatto con la sua collezione di edizioni in quarto.

"Non ci sono manoscritti superstiti delle opere di Shakespeare, così gli in quarto sono le versioni più fedeli a ciò che Shakespeare voleva davvero", ha spiegato la portavoce della Bodleian Oana Romocea.

"Alcuni in quarto comunque contengono annotazioni a margine del testo stampato".

Il progetto renderà disponibili al grande pubblico tutte le più antiche versioni stampate delle opere di Shakespeare, molte delle quali sono attualmente accessibili sono agli studiosi.

Il processo di digitalizzazione dei volumi in quarto comincerà il mese prossimo e per portarlo a termine ci vorrà un anno. I visitatori online potranno confrontare le immagini l'una con l'altra, fare ricerche nelle opere ed evidenziare e contrassegnare i testi.

"Noi (alla Bodleian) abbiamo circa 55 copie, anche se alcuni sono duplicati", ha spiegato Romocea.

"Ogni volume in quarto è diverso, così è molto interessante dal punto di vista della ricerca poterli confrontare".

"Ad esempio, alcuni dei versi dell'Amleto esistono in un in quarto e in un altro no, oppure sono molto diversi".

 
<p>In una immagine di archivio una copia della prima raccolta di poesie di William Shakespeare. REUTERS/Shannon Stapleton</p>