Talebani sempre più hi-tech nella guerra della propaganda

venerdì 25 luglio 2008 12:38
 

KABUL (Reuters) - I talebani, un tempo quasi allergici ai mezzi di comunicazione, si sono convertiti all'hi-tech con dvd, sms, suonerie, posta elettronica e un sito che pubblicizza i loro exploit e critica i nemici interni e occidentali.

A dare un quadro delle nuove tecniche utilizzate degli insorti è un rapporto dell'International Crisis Group (Icg).

Mentre erano al potere in Afghanistan dal 1996 al 2001, i talebani istituirono la sharia e vietarono tv e musica per cercare di neutralizzare la "corrotta" influenza occidentale. Secondo gli esperti, i leader avevano addirittura un solo un computer comune.

Ma dopo la cacciata, seguita all'invasione del contingente guidato dagli Usa e dalle truppe afghane dopo gli attentati dell'11 settembre, nel 2005 i miliziani si sono riorganizzati e hanno "importato" dall'Iraq alcune tattiche di combattimento come attentati suicidi e bombe al ciglio della strada.

Ora -- spiega il rapporto -- hanno creato anche un "sofisticato apparato di comunicazione" usando tutta la gamma dei media a disposizione così da dare l'idea di "un movimento sempre più sicuro di sé".

Grazie a siti, riviste, dvd, audiocassette, pamphlet e cellulari -- spiega il rapporto -- i talebani riescono a trarre vantaggio dagli errori del governo e dei suoi alleati e a diffondere le loro "gonfiatissime storie sugli exploit nei combattimenti".

Ad esempio, mandano via mail ai media dichiarazioni che parlano dell'uccisione di "terroristi burattini" -- un riferimento alle forze di sicurezza del paese -- o della distruzione dei "carri armati di occupazione".

Agli abitanti vengono consegnate le cosiddette "lettere notturne", che invitano a non collaborare con il governo e il contingente internazionale, mentre chi è attrezzato è raggiunto da dvd, sms e messaggi video.

 
<p>Talebani in Pakistan REUTERS/Stringer</p>