Ue avvia nuove indagini antitrust su Microsoft

lunedì 14 gennaio 2008 18:22
 

BRUXELLES (Reuters) - La Commissione Europea oggi ha aperto una nuova indagine antitrust su Microsoft per verificare se il gigante del software abbia abusato della sua posizione dominante per favorire il suo browser e il sistema Office a danno dei concorrenti.

L'esecutivo Ue ha comunicato che prenderà in esame le denunce presentate da due società rivali, secondo le quali Microsoft avrebbe legato il suo browser al sistema operativo Windows in maniera sleale e reso più difficile per i software rivali di Office e Outlook funzionare con Windows.

Microsoft si è detta pronta a cooperare pienamente con la Commissione Europea. "Coopereremo pienamente con l'indagine della Commissione e forniremo tutte le informazioni necessarie", ha dichiarato la società.

"Ci siamo impegnati ad assicurare che Microsoft si adegui alla legge europea e agli obblighi della corte come stabilito dal tribunale di primo grado nella sua decisione del settembre 2007".

La nuova indagine arriva dopo la storica decisione della Corte europea di giustizia dello scorso settembre che ha stabilito che Microsoft non poteva escludere i rivali unendo i suoi prodotti al suo sistema operativo Windows, e doveva garantire una graduale interoperabilità dei software rivale.

Una denuncia è arrivata da Opera, produttrice norvegese di un browser Web che fa concorrenza a Internet Explorer.

La seconda è stata sporta dal Comitato europeo per l'interoperabilità dei sistemi informatici, che sostiene che Microsoft non abbia svelato informazioni sufficienti per garantire l'interoperabilità per una gamma di prodotti.

"L'inizio di queste azioni legali non significa che la Commissione abbia le prove di una violazione. Significa solamente che la Commissione indagherà ulteriormente il caso come faccenda prioritaria", ha dichiarato la Commissione.

 
<p>Il presidente di Microsoft Bill Gates a Las Vegas, Nevada. REUTERS/Rick Wilking</p>