Windows Xp ritirato entro giugno solo se clienti d'accordo-AD

giovedì 24 aprile 2008 15:56
 

LOUVAIN-LA-NEUVE, Belgio (Reuters) - Microsoft potrebbe ripensare al progetto di ritirare dal mercato il suo sistema operativo Windows XP entro il 30 giugno se i clienti dimostrassero di volerlo ancora, anche se finora non vi sono stati segnali in tal senso.

E' quanto ha detto l'amministratore delegato del colosso informatico, Steve Ballmer.

"Se il feedback dei clienti cambierà potremmo sempre cambiare idea, ma finora il progetto è di interrompere le nuove forniture di XP", ha detto Ballmer ai giornalisti durante una conferenza stampa oggi.

Microsoft ha annunciato che smetterà di concedere le licenze di Windows XP ai produttori di pc e interromperà le vendite entro il 30 giugno.

"Nel segmento business, ci sono ancora clienti che comprano pc con Xp" perchè i dipartimenti IT spesso devono lavorare con macchine datate -- mentre Vista richiede cpu (central processing unit) ad alta velocità che si trovano solo sui computer più recenti -- ma negli altri settori sempre più venditori e clienti scelgono Vista, secondo quanto riferito da Ballmer. .

 
<p>Il presidente di Microsoft Bill Gates al lancio di Windows Vista a Bucharest. REUTERS/Bogdan Cristel (ROMANIA)</p>