Spesa globale pubblicitaria crescerà del 6,7% nel 2008

lunedì 3 dicembre 2007 14:22
 

LONDRA (Reuters) - La spesa pubblicitaria globale aumenterà del 6,7% nel 2008 dal 5,3% di quest'anno, a causa delle Olimpiadi di Pechino e delle elezioni presidenziali americane. Lo afferma una previsione diffusa oggi.

La società di media planning e buying ZenithOptimedia ha previsto che la spesa pubblicitaria dovrebbe essere spinta anche dagli Europei 2008 e da una forte performance dei mercati in via di sviluppo, che bilanceranno i ribassi causati da un abbassamento del credito o da una flessione dell'edilizia negli Usa.

Il rapporto prevede che la Cina supererà la Germania diventando il quarto mercato più grande entro il 2010, e che la Russia passerà dalla quattordicesima alla sesta posizione.

In termini di mezzi pubblicitari, si prevede che la spesa per il Web crescerà del 69% nei prossimi tre anni, arrivando ad impegnare l'11,5% della spesa pubblicitaria totale e diventando il terzo mezzo.

Secondo la previsione, una flessione dell'edilizia e del credito certamente colpirà la proprietà e la pubblicità finanziaria nelle economie avanzate, ma la spesa totale sarà pompata dagli "eventi quadriennali".

"Il mercato crescerà di sei miliardi di dollari, tre per le Olimpiadi, due per le elezioni presidenziali e del congresso e uno per gli Europei 2008", recita.

In termini di spesa per mezzo, il Web dovrebbe raddoppiare la sua quota nella spesa globale tra il 2006 e il 2010 alle spese degli altri mezzi.

I mercati pubblicitari in crescita più veloce sono Kazakistan, Bielorussia, Serbia ed Egitto.

 
<p>Lo stadio a Pechino per le Olimpiadi del 2008. REUTERS/Alfred Cheng Jin</p>