Il più piccolo chip Intel "Atom" cavalca l'onda dei mini Pc

martedì 3 giugno 2008 14:23
 

di Baker Li

TAIPEI (Reuters) - Secondo Intel Corp, il mercato di mini personal computer a basso costo, alcuni dei quali di formato tascabile, potrebbe arrivare a valere 10 miliardi di dollari, spinto dalla domanda proveniente sia dai mercati emergenti che da quelli maturi.

Il più grande produttore di semiconduttori al mondo ha lanciato i più piccoli processori mai costruiti dalla casa - la serie Atom - per il potenziamento dei cosiddetti dispositivi mobili Internet e di Pc "ultra-small" come Netbook e Nettop.

"E' un'opportunità da 10 miliardi di dollari per un certo periodo di tempo", ha detto a Reuters Sean Maloney, direttore generale del gruppo marketing e vendita di Intel, durante la fiera Computex Pc a Taipei.

"E' una grande opportunità per Intel e per i produttori di Taiwan", ha aggiunto Maloney.

Quest'anno, Asustek Computer, azienda di Taiwan, ha lanciato il suo Pc Eee, 7 pollici per un costo di circa 500 dollari, costruito con microchip Intel, con l'obiettivo di raddoppiare le vendite fino ad arrivare alla distribuzione di 10 milioni di unità.

Anche Acer, rivale di Asutek, ha presentato al Computex dei mini Pc a basso costo, che permettono di scaricare video e musica su una memoria flash e navigare in Internet attraverso una connessione wireless.

"E' solo l'inizio, ma sembra una partenza di successo", ha commentato Maloney. "Siamo molto sicuri di quello che abbiamo fatto. Siamo convinti dei prodotti".

Intel, produttore di processori per l'80% dei computer in circolazione in tutto il mondo, ha detto in una nota separata che lancerà a metà luglio dei nuovi processori e microchip per la sua piattaforma mobile di nuova generazione chiamata Intel Centrino 2 processor technology - precedentemente denominata Montevina - per laptop ad alte prestazioni, mentre in agosto sarà disponibile un'intera linea di chip e prodotti Wi-Fi.

"La gente sembra avere un forte desiderio di notebook", ha detto Maloney. "Anche se per dieci mesi si è parlato di un rallentamento (dei profitti), dallo scorso agosto l'industria è andata abbastanza bene".

 
<p>Un uomo guarda le schede madri della Intel esposte allo stand dell'azienda di ahrdware alla fiera Computex a Taipei. REUTERS/Nicky Loh (TAIWAN)</p>