Spazio, sistema solare non è sferico ma leggermente schiacciato

giovedì 3 luglio 2008 12:49
 

WASHINGTON (Reuters) - Il sistema solare potrebbe non avere una forma perfettamente sferica, ma leggermente schiacciata e ovale, secondo quanto si ricava dai dati inviati dalla sonda Voyager 2 che sta esplorando i confini del sistema solare esterno.

Ne hanno dato notizia alcuni scienziati, che hanno scritto della scoperta sulla rivista Nature.

Lanciate nel 1977, le due sonde Voyager 1 e Voyager 2 al momento stanno studiando le estremità dell'eliosfera, l'enorme "bolla" magnetica che avvolge il nostro sistema solare, creata dall'incontro del vento solare con il gas interstellare.

Il vento solare è una corrente di particelle cariche che dal sole si propagano nello spazio in tutte le direzioni. Il confine tra l'eliosfera e il resto dello spazio interstellare è conosciuto come "shock di terminazione".

Il Voyager 2 ha attraversato tale confine nell'agosto 2007, a 12,5 miliardi di km dal sole, mentre il Voyager 1 lo ha fatto nel dicembre 2004 almeno 1,6 miliardi di km più lontano dal sole.

Secondo gli scienziati, ciò indica che la bolla formata dall'eliosfera nello spazio interstellare, che si estendo ben oltre l'orbita di Plutone, non sia perfettamente rotonda, e il sistema solare leggermente sia ovale.

"Immaginate a una palla, praticamente sferica, che viene schiacciata contro un muro, e risulterebbe schiacciata da un lato", ha spiegato Edward Stone del California Institute of Technology, uno degli scienziati coinvolti nel progetto.

Questo - ha detto - è quello che succede con l'eliosfera.

 
<p>Immagine d'archivio che mostra la sonda Voyager 1 raggiungere i confini del sistema solare dopo un viaggio di 27 anni. REUTERS/Ho New</p>