Web, ecco i nuovi virus: romantici e con gli occhiali da sole

martedì 22 luglio 2008 15:14
 

ROMA (Reuters) - Se mentre navigate su Internet venite improvvisamente informati della morte di Fidel Castro o profeti dell'Apocalisse appaiono per annunciarvi l'arrivo del Giudizio Universale, siete stati probabilmente colpiti da due dei tanti nuovi fantasiosi virus in circolazione sul web.

Secondo i dati della società di soluzioni software antivirus Panda Security - www.pandasecurity.com - i codici maligni comparsi nei primi mesi quest'anno sono numerosissimi, e sempre più creativi.

FakeDeath.A, per ingannare gli utenti e colpire i loro Pc, annuncia la morte di Fidel, e RenameLoi.A mostra un messaggio relativo all'Anticristo e al giorno del Giudizio Universale producendo intanto un rumore insopportabile.

In cima all'elenco dei nuovi codici elaborato da Panda Security, troviamo poi gli scarafaggi virtuali di MalwareProtector2008 e AdvancedXpFixer, che "mangiano" il desktop, mentre in realtà l'obiettivo è convincere gli utenti che il Pc è infetto - non sempre è vero - e spingerli a comprare la soluzione di sicurezza offerta da questo adware.

C'é poi PgpCoder, il virus sequestratore: dopo aver preso "in ostaggio" i dati del computer, chiede un riscatto per fornire le chiavi di accesso alle informazioni del Pc che ha precedentemente bloccato con un algoritmo. E attenzione a Romeo.C: se vi offre le più fresche news di attualità, non fatevi ingannare, perchè nel frattempo sta probabilmente agendo pericolosamente sul vostro computer.

Tra i più pericolosi per le nostre finanze Panda Security ha individuato Manclick A, B e C, che reindirizzano i navigatori su false pagine web, legate a servizi bancari, per raccogliere informazioni da usare per frodi online.

Ma esistono anche i virus romantici, come Nuwar.Ol, Nuwar.Ql e Valentin.E che utilizzano frasi mielose per ingannare gli utenti più sensibili, e quelli "simpatici", come il maialino di MsnWorm che mostra la foto di un porcellino truccato, con occhiali da sole e gioielli al collo quando si esegue il file infetto.

 
<p>Una ragazza usa il suo portatile. REUTERS/Jason Lee</p>