L'alchimia del terzo millennio? Trasformare i rifiuti in energia

mercoledì 21 maggio 2008 15:03
 

BOSTON (Reuters) - Non sarà come trasformare il piombo in oro, ma il progetto a cui General Electric sta lavorando -- trasformare la spazzatura in elettricità -- suona comunque come una moderna alchimia.

La società, che punta a guadagnare 25 miliardi di dollari all'anno dal business ecologico entro il 2010, sta lavorando per adattare la sua tecnologia di gassificazione -- impiegata per bruciare carbone inquinando di meno -- per trasformare i rifiuti urbani in un gas relativamente ecologico.

I materiali solidi vengono scaldati a temperature che arrivano fino ai 1.400° Celsius, molto più alte di quelle degli inceneritori, che portano la maggior parte delle sostanze a trasformarsi in gas che viene poi convertito in un carburante sintetico chiamato syngas, che non contiene sostanze inquinanti e può essere immesso in turbine elettriche.

La sfida è come far funzionare un processo che per ora va solo con l'immissione di carbone con il miscuglio di materiali che compongono i rifiuti urbani.

"Stiamo analizzando l'eterogeneità dei rifiuti solidi urbani", ha detto Kelly Fletcher, del centro di ricerca di General Electric a New York.

"Dobbiamo capire cosa entrerà nel nostro sistema di gassificazione".

Nel mondo sono già parecchie le società che producono energia dalla spazzatura sfruttando la combustione del metano emesso dalla decomposizione dei rifiuti nelle discariche. syngas

 
<p>Una discarica nei pressi di Monterey, California. Aprile 2008. REUTERS/Darrin Zammit Lupi (Usa)</p>