May 31, 2010 / 2:57 PM / 7 years ago

Veterani YouTube finanziano progetto web di ventenni italiani

4 IN. DI LETTURA

<p>la homepage di Mashape.Ho</p>

di Roberto Bonzio

MILANO (Reuters) - Tre ragazzi poco più che ventenni di Roma e Milano, che stanno cercando di lanciare un progetto per facilitare la realizzazione di applicazioni sul web, stanno concretizzando la loro idea dopo esser riusciti ad ottenere finanziamenti oltreoceano, convincendo della bontà del loro piano tre veterani di YouTube.

I protagonisti della vicenda sono Marco Palladino e Michele Zonca, milanesi, e Augusto Marietti, romano, tutti tra i 22 e 23 anni, fondatori di Mashape

"La nostra storia inizia due anni fa quando su un pezzo di carta abbiamo deciso di concretizzare il progetto Mashape e quindi siamo andati in giro a destra e sinistra per Torino, Milano, ovunque, Roma, per cercare di trovare un finanziamento, sulla carta", spiega a Reuters Palladino.

"Non riuscivamo ad ottenere il finanziamento quindi abbiamo deciso di conoscere un pochino più di questo mondo viaggiando negli Stati Uniti, andando a Stanford....lì abbiamo ricevuto un sacco di feedback positivi che ci hanno poi convinto ad iniziare lo sviluppo di questo prodotto per cercare di trovare poi i soldi con un prodotto in mano", aggiunge.

Per nove mesi, ricordano, si sono chiusi in un garage a Milano iniziando lo sviluppo, lavorando dalla mattina alla sera, fino a quando non sono arrivate le prime soddisfazioni. Per realizzare la versione alpha di Mashape, hanno prodotto codici per dieci mesi consecutivi, "con oltre 90mila linee di codice e creando un nuovo linguaggio basato su Xml", ricordano sul blog del loro progetto.

Poi lo scorso settembre, il progetto Mashape è stato presentato a San Francisco alla prestigiosa rassegna di innovazione tecnologica TechCrunch 50. Tornando nella città californiana a fine gennaio "correndo ad ogni evento, mentre i soldi del conto in banca stavano per esaurirsi", ricordano ancora sul blog. Altra rassegna tecnologica di prestigio, SFNewTech, oltre un centinaio di contatti con possibili investitori.

"Non è stata facile - dicono - perchè in quell'ambiente contano molto le segnalazioni da parte di esperti considerati autorevoli, tutt'altra cosa rispetto alle raccomandazioni nostrane". Ma arrivare da perfetti sconosciuti è molto difficile, aggiungono. Anche se a loro è successo di "capitalizzare" un po' nei contatti anche la loro esperienza... con la cucina italiana

E a San Francisco alla fine è scattato il contatto giusto, con tre veterani di YouTube, indicati nel blog Mashape col solo nome di battesimo: Kevin, Dave e Dwipal.

"Sono passati 19 giorni dal nostro primo incontro all'avere i soldi nel conto in banca, una procedura che in Italia richiederebbe sei mesi", ha scritto sul bog di Mashape Marietti, "mente economica" del trio, che ha avuto il merito di convincere con una presentazione aggressiva alla rassegna Hi Tech i venture capitalist Usa.

"Quel che immaginiamo è un mondo in cui le persone siano in grado di creare applicazioni senza avere con competenze tecniche", dice Marietti, laurea in Economia all'Università Cattolica del Sacro Cuore.

"Oggi meno dell'1% della popolazione mondiale sa come fare. Noi vogliamo trasferire questo potere di creare web application anche all'altro 99% della popolazione mondiale. Arrivare un giorno che anche mia mamma potrà creare il suo Facebook".

Ora Mashape è in fase di realizzazione, grazie a capitali Usa. Mentre nei numerosi contatti in Italia, ricordano i tre, l'idea a qualcuno era sembrata troppo grossa, qualcun altro aveva concluso che i tre non erano abbastanza bravi per realizzarla, che fosse tecnicamente impossibile. "Mentre per altri ancora ancora, eravamo troppo giovani per farlo", concludono.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below