Decimo suicidio nella cinese Foxconn che produce iPhone

giovedì 27 maggio 2010 08:55
 

HONG KONG, Cina (Reuters) - Un dipendente della Foxconn, azienda cinese che produce iPhone, si è tolto la vita ieri gettandosi nel vuoto e diventando così il decimo caso di una serie di sospetti suicidi avvenuto nel complesso tecnologico della Cina meridionale, come riportato dai media di Stato.

Tre stazioni televisive di Taiwan hanno anche annunciato che un'altra dipendente, una giovane donna, si è a sua volta gettata da una finestra ed è in gravi condizioni. Se confermato, il numero delle persone gettatesi nel vuoto sale a 13, di cui 3 sopravvissute.

La Hon Hai e la sua divisione Foxconn che produce telefonini per Nokia ed altre aziende globali, sono al centro di una forte pressione tra crescenti appelli degli attivisti per un boicottaggio globale di prodotti come l'ultima generazione di iPhone di Apple.

Hon Hai e Foxconn sono finite nel mirino per il loro stile aziendale duro e riservato. E l'altro giorno hanno concesso una rara visita ai giornalisti per attenuare la tensione su un'azienda in genere ermetica.

I lavoratori fuori dal complesso Longhua hanno reagito duramente ad una lettera che dicono gli è stato chiesto di sottoscrivere all'improvviso la notte scorsa, che comprende una clausola in cui si indica che l'azienda non pagherà più del minimo previsto per legge per infortuni avvenuti fuori dal posto di lavoro. All'interno delle fabbriche, dove i giornalisti hanno potuto parlare liberamente con gli operai, molti hanno riconosciuto che si lavora sotto pressione e che molti dei dipendenti vengono da zone meno sviluppate della Cina.

"Forse non reggono lo stress qui", ha detto Tang Wenying, giovane supervisore di linea dalla provincia centrale di Hunan.

"Questo è un buon posto per lavorare perché ci trattano meglio che in (altre) fabbriche cinesi".

Ieri Apple si è detta addolorata per la serie di apparenti suicidi a Foxconn, una dei suoi partner principali, ed ha annunciato che continuerà le ispezioni in corso in tutte le strutture in cui sono realizzati suoi prodotti.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Operaie lavorano alla catena di montaggio della Foxconn a Longhua, in Cina. REUTERS/Bobby Yip (CHINA - Tags: BUSINESS EMPLOYMENT)</p>