Apple "addolorata" da suicidi in azienda partner cinese Foxconn

mercoledì 26 maggio 2010 08:56
 

HONG KONG (Reuters) - Apple ha detto oggi di essere addolorata da una recente serie di apparenti suicidi a Foxconn, una dei suoi partner principali, e che continuerà le ispezioni in corso in tutte le strutture in cui sono realizzati suoi prodotti.

"Siamo intristiti e abbattuti dai recenti suicidi a Foxconn", ha detto la casa produttrice di iPhone ed iPad nel suo primo commento sulla scia di morti nel complesso di produzione di Foxconn nella Cina meridionale.

"Siamo in contatto diretto con i dirigenti Foxconn e crediamo stiano prendendo la vicenda molto seriamente", ha detto Apple. "Una squadra di Apple sta valutando indipendentemente i passi che stanno intraprendendo per fronteggiare questi eventi tragici e noi continueremo le ispezioni in corso nelle strutture in cui si realizzano i nostri prodotti".

Apple ha fatto i suoi rilievi mentre Foxconn e la società da cui dipende, Hon Hai, hanno deciso una rara presa di posizione pubblica per contrastare le crescenti reazioni contro l'azienda dopo una serie di nove apparenti suicidi avvenuti quest'anno.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Lavoratori cinesi all'esterno di una fabbrica Foxconn a Guanlan nella provincia meridionale di Guangdong. REUTERS/James Pomfret</p>