Pubblicità Italia, investimenti web e mobile visti +12% in 2010

martedì 25 maggio 2010 17:22
 

MILANO (Reuters) - Nonostante la riduzione della spesa e la preponderanza della televisione nel mercato pubblicitario, Internet e i nuovi media continuano ad attrarre sempre più investimenti. La pubblicità online in Italia è ferma all'8% del mercato complessivo ma dopo un 2009 di incremento a una cifra "le previsioni per il 2010 sono incoraggianti: si stima infatti una crescita del 12%".

Lo dice una nota di Iab Italia, associazione che riunisce i principali operatori italiani del mercato della comunicazione digitale, aggiungendo che il "search advertising" e il "mobile advertising" sono segmenti di mercato dalle grandi potenzialità.

Nel 2009 il settore dell'advertising online è aumentato del 6,4% a 871 milioni, con un tasso di crescita in calo rispetto agli anni precedenti a causa della crisi.

GRANDI POTENZIALITA' NEL MOBILE ADVERTISING

Il cosiddetto "display advertising", che utilizza spazi a pagamento come banner e pop-up, mantiene il primato del settore nonostante una crescita limitata (1%), con un volume d'affari da 326 milioni di euro in Italia.

Il "search advertising", che consiste in spazi pubblicitari sulle pagine web che mostrano i risultati delle ricerche sui motori come Google e Yahoo, registra una crescita dell'11% e raggiunge investimenti per 316 milioni.

Il "mobile advertising" è, secondo Iab, uno dei settori dalle maggiori potenzialità anche se non ancora noto all'85% delle aziende. In termini di giro d'affari questo metodo pubblicitario è assimilabile alla pubblicità via mail o "email marketing", che raccoglie investimenti per 22 milioni.

"Metà del gap italiano nell'uso di Internet è stato ricucito, ora dobbiamo passare a una seconda fase e sviluppare una vera economia attorno al nuovo media", dice il presidente di Iab Italia Roberto Binaghi, aggiungendo che Internet "ormai fa parte della dieta mediatica degli italiani".

Secondo i dati Audiweb AW Trends, il tasso di penetrazione di Internet in Italia è infatti superiore al 70% tra gli italiani con meno di 55 anni mentre superiore all'80% tra i 18 e i 34 anni.

Gli investimenti pubblicitari in Italia ammontano nel 2009 a 8.515 milioni di euro, in calo del 13,4% rispetto all'anno precedente secondo la rilevazione periodica di Nielsen.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia