Chip, SanDisk vede possibili problemi per forniture

giovedì 20 maggio 2010 12:52
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Eli Harari, fondatore della SanDisk, segue con interesse la lotta tra Apple, Google ed altri sul mercato degli smartphone, consapevole che in ogni caso per la sua società che produce memorie flash ci sarà da guadagnare, con l'aumento della domanda che rischia di superare le forniture già nei prossimi mesi.

La grande domanda, ha detto Harari, potrebbe far scarseggiare le memorie presenti sul mercato, attenuandone il calo dei prezzi, che nelle proiezioni avrebbe dovuto essere del 30-40%.

Tutti i sistemi software in competizione, dall'iPhone di Apple, ad Android di Google ai sistemi Microsoft, BlackBerry e Nokia, necessitano di memorie flash in grado di salvare foto, video, email, canzoni ed aprire applicazioni.

Sebbene la SanDisk, leader mondiale nella produzione di memorie davanti alle sudcoreane Samsung Electronics e LG Electronics, non renda pubblico il nome dei suoi clienti, ha detto di fornire memorie flash Nand ai 10 principali produttori di apparecchi mobili.

"Sugli smartphone, c'è stato un drammatico aumento delle vendite e l'unico modo per salvare i contenuti è sulle memorie flash, e questo ha fatto crescere la domanda", ha detto ieri Harari, fondatore della SunDisk, al Reuters Global technology summit. "Gli smartphone saranno sostanzialmente i nuovi pc", ha detto, specificando di guardare con favore anche al diffondersi dei nuovi tablet pc.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Eli Harari, amministratore delegato di SanDisk, in foto d'archivio. REUTERS/Robert Galbraith</p>