Pakistan, corte blocca Facebook per competizione blasfema

mercoledì 19 maggio 2010 16:04
 

LAHORE, Pakistan (Reuters) - Un tribunale pakistano ha ordinato oggi al governo di bloccare Facebook dopo la notizia di un concorso di caricature sul profeta Maometto che si dovrebbe tenere domani.

Lo riferisce un avvocato pakistano.

"Il tribunale ha ordinato al governo di bloccare immediatamente Facebook fino al 31 maggio a causa della competizione blasfema", ha detto a Reuters Azhar Siddique, rappresentante del Foro degli Avvocati Islamici che ha depositato la petizione presso l'alta corte di Lahore.

"La corte ha anche ordinato al ministro degli Esteri di indagare sul perché del concorso", nella cui pagina su Facebook -- ancora accessibile oggi -- gli organizzatori hanno dichiarato di voler così rispondere agli "avvertimenti" nei confronti dei creatori di South Park contro delle recenti vignette su Maometto.

La pubblicazione di vignette raffiguranti caricature di Maometto hanno provocato nel 2005 diverse proteste, in cui sono morte 50 persone. Sei le persone morte ad Islamabad nel 2008 in un attentato rivendicato poi da al Qaeda, come forma di protesta per la pubblicazione.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>19 maggio 2010, protesta di studenti pakistani contro Facebook a Lahore. REUTERS/Idrees Boby</p>