Telecom, istruttoria Antitrust su servizi per Consip,Enel

martedì 18 maggio 2010 20:56
 

ROMA (Reuters) - L'Antitrust ha aperto un'istruttoria nei confronti di Telecom Italia per abuso di posizione dominante nei servizi di telefonia per Consip ed Enel.

Telecom si è difesa dicendo che sulle gare per le due società sono state rispettate le norme vigenti e che le accuse sono infondate.

Secondo quanto si legge in una nota l'Antitrust vuole verificare se la società abbia rifiutato (rendendoli invece disponibili alle proprie divisioni commerciali) informazioni e servizi all'ingrosso necessari ai 'competitor' per potere predisporre offerte economiche e tecniche competitive alla clientela non residenziale".

In particolare, Telecom si sarebbe rifiutata di fornire le informazioni tecnico-economiche ritenute necessarie da Fastweb per la predisposizione delle proprie offerte.

Le gare Consip ed Enel, continua il Garante, "oltre ad avere una particolare rilevanza in termini di valore complessivo (rispettivamente 1,3 miliardi e 240 milioni di euro come base d'asta), hanno un significativo valore strategico per gli operatori".

Telecom Italia ritiene che l'ipotesi sostenuta da Fastweb "sia del tutto infondata ed è certa che le risultanze istruttorie confermeranno la piena legittimità del proprio operato", si legge in una nota della società telefonica diffusa in serata.

"Telecom Italia, infatti, non ha mai rifiutato a nessun operatore concorrente la fornitura di servizi o di informazioni come previsto dalle vigenti offerte di riferimento, nel pieno rispetto delle normative applicabili e sotto la vigilanza dell'Agcom, né ha mai posto in essere alcuna discriminazione a favore delle funzioni commerciali dell'azienda", conclude il comunicato.