Telefonia, battaglia fra Spagna e Portogallo su brasiliana Vivo

martedì 11 maggio 2010 16:29
 

MADRID/LISBONA (Reuters) - Le società di tlc spagnola e portoghese si stanno contendendo il controllo del principale provider di telefonia mobile brasiliano Vivo. E se il tentativo di Telefonica di ottenere il controllo di Vivo dovesse fallire, gli spagnoli potrebbero tornare al tavolo delle trattative con Telecom Italia.

Lo dicono alcuni analisti.

Telefonica, che detiene già il 31,8% del capitale di Vivo attraverso la jv Brasilcel, ha ieri presentato un'offerta da 6,3 miliardi di euro per un altro 34,8% del capitale. Le offerte coprono il 31,8% posseduto da Brasilcel, da Portugal Telecom, più un flottante pari al 3%.

Il gruppo spagnolo spera che la crisi economica possa aiutare il gruppo a raggiungere il controllo totale dell'operatore, portando avanti l'obiettivo di espansione nei mercati emergenti. Tuttavia Portugal Telecom, che sta portando avanti una strategia simile, ha respinto l'offerta.

"Il valore di un asset che ha una potenziale crescita futura come Vivo non può essere misurato solo con criteri finanziari. Ha anche un valore strategico ed è in questo modo che va considerato", dice l'AD di Portugal Telecom Zeinal Bava a Reuters in una e-mail.

"Disinvestire in Brasile vendendo Vivo vorrebbe dire amputare il futuro di PT poiché il bilanciamento e la crescita sono fattori critici del successo nel settore delle tlc".

L'offerta implica un premio del 140% sul prezzo di chiusura di Vivo di ieri, ma è stata respinta da PT.

Alcuni analisti sono scettici sul fatto che Telefonica e PT riescano a raggiungere un accordo prima della scadenza il prossimo 6 giugno.

In caso di fallimento di questa operazione, secondo gli analisti, gli spagnoli potrebbero tornare al tavolo del negoziato con Telecom Italia. A febbraio, alcune fonti avevano detto che Telefonica aveva iniziato i negoziati per creare il più grande operatore di tlc europeo, rilevando il controllo di Telecom Italia, della quale è già socia attraverso Telco.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Eduardo Caride, Presidente di Telefonica Argentina REUTERS/Walter Bianchi</p>