Alloggi gratis in Cina per turisti, ma solo se parlano inglese

martedì 11 maggio 2010 10:00
 

di Farah Master

SHANGHAI (Reuters) - I turisti che vorrebbero visitare la Cina senza spendere troppo possono approfittare di un programma che prevede per loro ospitalità gratuita in case cinesi, in cambio di qualche lezione di inglese.

Considerato che in Cina il costo orario di un corso di inglese arriva fino ai 500 yuan (73 dollari) - una cifra insostenibile per la stragrande maggioranza dei cinesi - una no profit locale, Tourboarding, ha lanciato questa iniziativa lo scorso mese.

Gli ospiti stranieri dovranno parlare almeno due ore di inglese al giorno in cambio di vitto e alloggio, mentre i cinesi che metteranno a disposizione la propria casa potranno contare su un coinquilino insegnante madrelingua.

"Negli scorsi 30 giorni, 5mila famiglie cinesi di sono iscritte", ha detto Ken Chen, 38 anni, ex dipendente della Nike, che ha fondato Tourboarding insieme a Nuno Zhang, 28 anni, a sua volta ex dipendente di Google.

Chen spiega che l'obiettivo della società online non è il guadagno, ma di permettere a milioni di cinesi l'accesso alla lingua inglese, approfittando di quanti vogliono recarsi in Cina senza spendere troppo, in modo particolare a Shanghai, dove i prezzi delle strutture ricettive sono lievitati per l'Expo mondiale di maggio.

In un secondo momento il sito, che per ora conta sulle donazioni dei viaggiatori, inizierà a pubblicare annunci pubblicitari, ma mai a far pagare le famiglie ospitanti.

"Le compagnie di viaggi ci odiano, la gente ci ama", è il motto del sito, che permette ai turisti di scambiare il loro inglese con l'alloggio in famiglia, due pasti al giorno e, in alcuni casi, con delle visite guidate o con delle lezioni di cucina locale.

La sedicenne Yang Yang è un esempio di utente del sito: "La casa è vicino a un lago, il verde è importante. Possiamo offrire stanze singole da abitare. I miei genitori vogliono che io inviti una donna", scrive nel suo annuncio.

"Accettiamo viaggiatori da tutto il mondo. In futuro riproporremo questo modello in paesi emergenti come la Russia, il Brasile e il Vietnam", ha aggiunto Chen.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Turisti guardano il distretto commerciale di Shanghai, foto d'archivio. REUTERS/Claro Cortes</p>