Usa, prescrizioni elettroniche medici possono salvare vite

lunedì 3 maggio 2010 13:32
 

NEW YORK (Reuters) - I medici di un ospedale per bambini della California hanno trovato la prima prova che il sistema elettronico per comunicare le proprie prescrizioni possa salvare vite umane.

Dopo che il sistema è stato introdotto nel 2007, l'ospedale ha registrato un 20% di calo del tasso di mortalità, pari a 36 decessi in meno in un anno e mezzo.

"E' il tasso più basso mai osservato in un ospedale per bambini", ha detto il dottor Chris Longhurst, dello Stanford University and Lucile Packard Children's Hospital di Palo Alto, California, la cui scoperta è stata pubblicata sulla rivista Pediatrics. "Pone la questione di quante vite umane possano essere salvate a livello nazionale".

Nel 1999, un rapporto dall'Institute of Medicine aveva attribuito ad errori dei medici un numero tra 44.000 e 98.000 decessi all'anno negli Stati Uniti. Molti ospedali da allora hanno introdotto un sistema computerizzato per inserire le prescrizioni dei medici, denominato Cpoe, nel tentativo di abbassare questo numero. Il sistema consente ai dottori di fornire le prescrizioni ai farmacisti senza ritardi, e senza che i farmacisti debbano decifrare la calligrafia dei medici. "Quel che richiedeva 40 minuti ora ne richiede 20", ha detto a Reuters Longhurst.

Anche se qualcosa come tre ospedali su dieci negli Usa utilizzano Cpoe, nessuno è stato in grado di dimostrare una diminuzione dei decessi sino ad ora. Nel 2005, un ospedale di Pittsburgh aveva segnalato una diminuzione dei decessi infantili dopo aver adottato il sistema.

"C'erano stati un paio di studi in passato che con lo stesso approccio avevano portato a risultati opposti", ha detto Nir Menachemi, esperto di tecnologie informatiche nella sanità alla University of Alabama a Birmingham. Sono stati più sorpreso da questi studi".

Secondo Longhurst, quel che ha fatto la differenza al Packard Children's Hospital è stata l'attenzione e l'accurata programmazione con cui è stato adottato il Cpoe.

Ed ha spiegato che l'ospedale che ha un budget totale tra 600 e 700 milioni di dollari, ne ha spesi circa 50 milioni per il progetto, adottando anche una serie di risparmi e razionalizzazioni nelle procedure.

I dati sembrano indicare che c'è stato un calo della mortalità ed analizzando otto anni di registrazioni, i ricercatori hanno riscontrato che la media nella mortalità è scesa da qualcosa più di uno a 0,7 per ogni 100 dimessi dall'ospedale.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Ospedale californiano in foto d'archivio. REUTERS/Benoit Tessier</p>