Microsoft si unisce a Apple in critiche a Flash di Adobe

domenica 2 maggio 2010 14:44
 

BOSTON (Reuters) - Microsoft si è unita alla storica rivale Apple nel criticare il software multimediale Flash di Adobe Systems, creando una rara alleanza tra i due giganti del computer.

Nei giorni scorsi, l'amministratore delegato di Apple Steve Jobs ha duramente criticato Flash, usato per produrre video e giochi per molti siti. Apple ha vietato Flash per i suoi iPhone e iPad.

Anche un dirigente di Microsoft ha spiegato che, malgrado l'ubiquità di Flash renda facile per i consumatori accedere a video sul web, lo standard è difettoso.

"Flash ha alcuni problemi, soprattutto in termini di affidabilità, sicurezza e performance", ha detto Dean Hachamovitch, general manager per il browser Internet Explorer, aggiungendo che Microsoft sostiene lo stesso protocollo per i contenuti media sul Web promosso da Apple, un gruppo di standards conosciuto come HTML5.

Ma Microsoft è più conciliante verso Adobe rispetto ad Apple e ha detto di lavorare a stretto contatto con gli ingegneri di Flash per aiutare a sistemare i bug trovati nel prodotto.

Steve Jobs ha detto invece in una lettera aperta che è l'ora che l'industria vada oltre Flash.

"Flash è un affare di successo per Adobe, e possiamo capire perché vogliano spingerlo oltre il pc", ha detto. "Ma l'era del mobile prevede dispositivi meno potenti, interfacce touch e open web standard: tutte aree dove Flash è debole".

Adobe respinge le critiche, sostenendo che Apple stia semplicemente tentando di promuovere i suoi prodotti.

Circa il 75% di tutti i video sul web usano Flash.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia