Chavez invita Fidel e Morales a registrarsi su Twitter

venerdì 30 aprile 2010 16:32
 

CARACAS (Reuters) - Sull'onda dell'entusiasmo per il suo cyber-successo, il neo utente di Twitter e presidente del Venezuela Hugo Chavez ha esteso l'invito a unirsi al sito di micro-blogging al leader cubano Fidel Castro e al presidente della Bolivia Evo Morales.

Dopo aver sostenuto per diversi mesi che i social network in Venezuela sono dominati dagli oppositori del suo governo socialista, Chavez ha aperto un suo account questa settimana, restando evidentemente colpito dall'aver registrato 106 mila abbonati in due giorni.

"Il potenziale che ha... non è capitalista e non è socialista, dipende dall'uso che se ne fa", ha detto, dopo aver postato due commenti sul suo profilo @chavezcandanga (dove candanga sta, in lingua locale, per "ribelle" o "persona con grande volontà").

"Invito Evo e Fidel", ha detto Chavez, che ha nei due leader i suoi migliori alleati nell'antagonismo all'impero Usa. "Evo, sei su Twitter? Invitiamo Evo su Twitter", ha detto Chavez durante una visita a un ranch con il presidente boliviano.

I critici di Chavez lo accusano di voler imporre la censura su Internet come a Cuba, anche se il presidente respinge le accuse, sottolineando come negli undici anni del suo governo l'uso del web sia sbocciato, specialmente nelle fasce povere della popolazione.

Molti venezuelani hanno ironizzato sull'approdo di Chavez su Twitter, domandandosi come farà il logorroico presidente, abituato a parlare per ore, a limitarsi a 140 caratteri.

 
<p>Da sinistra, Hugo Chavez, Fidel Castro e Evo Morales in foto d'archivio. REUTERS/Claudia Daut</p>