Microsoft e Google guardano a potenziale crescita web in arabo

sabato 24 aprile 2010 17:10
 

di Alastair Sharp

IL CAIRO (Reuters) - La crescente integrazione della lingua araba in Internet e in altre strutture tecnologiche garantirà a milioni di persone l'accesso al mondo digitale, secondo i vertici di Microsoft e Google.

Con dispositivi e applicazioni disponibili sempre più facilmente nei Paesi meno sviluppati, secondo i vertici delle due società l'e-economy in quella regione potrebbe fiorire.

"(L'AD di Microsoft) Steve Ballmer e io qualche anno fa ritenevamo che l'arabo sarebbe stato una lingua sempre più importante", ha detto Craig Mundie, chief research e strategy officer del gigante del software.

Se l'uso di Internet nel mondo arabo dal 2000 è cresciuto più rapidamente che in qualsiasi altro posto e i costi di accesso sono diminuiti, i contenuti in questa lingua sono invece ancora pochi, e la spesa in pubblicità resta limitata.

I contenuti in arabo sono meno dell'1% del totale, nonostante la lingua sia parlata dal 5% della popolazione globale.

Il portale in arabo dell'enciclopedia online Wikipedia contiene meno parole del sito catalano, come sottolinea il regional marketing manager di Google, Wael Ghonim.

"C'è molto contenuto in arabo, ma non è ben strutturato", spiega. "Vogliamo più contenuto strutturato. Vogliamo più siti professionali, di nicchia, più aziende".

"Una delle nostre mission più importanti è dare agli utenti arabi la possibilità di trovare gli strumenti giusti per arricchire il contenuto in arabo", prosegue Ghonim. "Sarebbe bello vedere più e-commerce nella regione, più editori, più siti di notizie. Siamo impegnati ad aiutarli".   Continua...

 
<p>Dei giovani libanesi in un Internet cafe a Beirut. REUTERS Pictures</p>