Sms, un terzo degli adolescenti Usa ne manda 100 al giorno

martedì 20 aprile 2010 13:23
 

di Dan Whitcomb

LOS ANGELES (Reuters) - Un terzo degli adolescenti americani che ha un cellulare manda oltre 100 messaggi al giorno, una cifra che segna una sensibile spinta all'uso degli sms come mezzo di comunicazione, il principale tra i più giovani secondo una nuova ricerca.

Lo studio di Pew Internet e American Life Project, che offre una sintetica panoramica della cultura e della comunicazione adolescenziale, ha scoperto che il numero di messaggi mandati è aumentato vertiginosamente dal 2008, superando di gran misura le telefonate, le chat online, i social network e le classiche chiacchierate vis à vis.

Il Pew Research Center ha rivelato che oltre il 70% dei ragazzi tra i 12 e i 17 anni ha un cellulare e, tra questi, le ragazze mandano o ricevono in media 80 messaggi al giorno mentre i ragazzi si "fermano" a 30.

"Gli sms sono ora il perno della comunicazione tra teenager, e (il numero di messaggi mandati) è aumentato vertiginosamente negli ultimi 18 mesi", ha detto la ricercatrice della Pew Amanda Lenhart, secondo la quale tale crescita è dovuta in parte alle nuove tariffe che permettono di mandare messaggi senza limiti.

Gli sms sono diventati una parte fondamentale della vita degli adolescenti, prova ne sia il fatto che l'87% dei ragazzi che mandano messaggi ha dichiarato di dormire con o in prossimità del proprio cellulare.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Ragazza intenta a scegliere il cellulare, foto d'archivio. REUTERS/Han Jae-Ho</p>