Un chip può controllare diffusione cellule del cancro nel sangue

lunedì 19 aprile 2010 12:58
 

WASHINGTON (Reuters) - I ricercatori hanno trovato un modo per controllare grazie a un chip nel sangue le cellule che diffondono il cancro dicendo che potrebbero utilizzare il metodo per prevedere quale tumore si ripresenterà dopo la cura.

Una squadra di scienziati dell'Harvard Medical School al Massachusetts General Hospital ha utilizzato una borsa di studio di un gruppo non- profit per sviluppare il test, provato su campioni di 20 uomini con un cancro alla prostata.

Hanno trovato cellule tumorali in circolazione in pazienti che non avevano ancora un cancro, un cancro allo stadio iniziale in pazienti che avevano avuto la rimozione delle ghiandole della prostata tre mesi prima.

"Questi sono gruppi di pazienti in cui normalmente non ci aspettiamo di veder circolare cellule tumorali, così questo ci dà una grande quantità di informazioni circa i loro rischi", ha detto la ricercatrice di Harvard Sunitha Nagrath, che ha condotto lo studio.

"Questi pazienti sono più soggetti ad una recrudescenza del loro male?", ha detto nel corso di una conferenza stampa ad un raduno dell'American Association for Cancer Research. La scienziata ha anche detto che il suo gruppo continuerà a seguire i pazienti per vedere se i tumori si ripresenteranno in pazienti che hanno in circolazione cellule tumorali.

Questi test potranno anche un giorno essere utilizzati come esami del sangue per il cancro alla prostata oltre al test specifico antigene per la prostata, che cerca una proteina prodotta solo dalle cellule della prostata e che può rivelare il cancro.

Nagrath ha detto che la sua squadra può individuare 200 cellule tumorali in circolazione in un cucchiaino di sangue prelevato da un paziente affetto da cancro.

Il cancro alla prostata è il principale tumore letale per gli uomini dopo quello al polmone. Ma spesso si sviluppa lentamente ed i dottori non sono sicuri di quali pazienti abbiano più facilmente una diffusione o un ritorno del loro tumore.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Microchip in foto d'archivio. REUTERS/Nicky Loh</p>