La "bibbia" del cricket profanata grazie a Twitter

mercoledì 14 aprile 2010 21:05
 

LONDRA (Reuters) - L'Almanacco Wisden, considerato il testo sacro del cricket, si è lanciato nel mondo dei social media con una sezione su Twitter, una "profanazione" che probabilmente farà sobbalzare i suoi lettori più conservatori.

L'edizione 2010 dell'Almanacco dei giocatori di cricket presenta una sezione chiamata "Cricket su Twitter", dove per la prima volta nella storia dell'Almanacco, ecco spuntare una frase scurrile con tanto di parolaccia.

"Qualsiasi lettore che si dovesse ritenere offeso da questo sviluppo allarmante, se la può prendere con l'editore, o con il giocatore Tim Bresnan, che ha usato la parola in quella che è stata descritta come una 'oscena imprecazione' sul social network in ottobre", ha spiegato il Telegraph, giornale per cui scrive anche Scyld Berry, il curatore dell'almanacco.

Il motivo dello sfogo? Bresnan ha reagito male alle prese in giro sul suo peso da parte di un utente di Twitter, rispondendo: "Non mi importa se ci scherzano gli amici, ma tu chi c--- sei?". E l'almanacco non ha potuto non pubblicare.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia