Obama punta a nuova politica spaziale Usa

mercoledì 14 aprile 2010 10:07
 

WASHINGTON/CAPE CANAVERAL (Reuters) - Il presidente Barack Obama delineerà domani la nuova politica spaziale degli Stati Uniti, puntando ad accelerare lo sviluppo di un nuovo razzo, ad aumentare il numero di missioni spaziali con astronauti e a creare 2.500 nuovi posti di lavoro, oltre a preparare il viaggio su Marte.

Obama spiegherà il suo progetto durante una visita al Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida, dopo le critiche piovute sulla Nasa, l'agenzia spaziale americana, che a marzo aveva annunciato la fine del programma che prevedeva il lancio in orbita di astronauta e il ritorno degli americani sulla Luna.

Ieri, funzionari della Casa Bianca hanno detto che Obama vuole che la Nasa cominci a lavorare alla costruzione di un nuovo veicolo di lancio prima di quanto previsto dal programma Constellation, quello cancellato dalla Nato, con l'impegno a decidere poi nel 2015 su quale tipo di razzo porterà gli astronauti nello spazio profondo.

Tutto ciò rientra in un piano che aumenterebbe di 6 miliardi di dollari il budget della Nasa in cinque anni per la ricerca e lo sviluppo tecnologico di supporto a missioni con astronauti verso gli asteroidi, Marte e altre possibili destinazioni all'interno del sistema solare.

Obama intende rivedere il programma Constellation e consentire alla Nasa di sviluppare la capsula Orion, che in principio doveva servire ai viaggi sulla Luna, in modo da poter essere utilizzata in caso di emergenza per evacuare la Stazione Spaziale Internazionale.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Astronauti Usa al lavoro all'esterno dello space shuttle Discovery, lo scorso 13 aprile. REUTERS/NASA/Handout</p>